Temptation Island 

Seguici su Facebook per non perdere le ultime News

Temptation Island 2018: Lo scandalo, Andrea Celentano indagato per Truffa e riciclaggio

Temptation Island 2018: Lo scandalo, Andrea Celentano indagato a causa di alcuni atteggiamenti sospetti che lo vedono coinvolto in truffa a diversi clienti con una presunta associazione a delinquere.

Non è nemmeno cominciato il reallity ma già c’è un primo scandalo che non riguarda corna o crisi di fidanzati, ma tutt’altro. Si tratta di Andrea Celentano, nel cast in coppia con la fidanzata Raffaela Giudice che è sospettato insieme al padre Luigi Celentano per frode. Ma vediamo più nel dettaglio la stuazione.

 

Andrea Celentano e il padre Luigi sotto indagine

Secondo quanto riportato dai maggiori giornali del territorio campano, sembra che Andrea Celentano, insieme al padre Luigi abbiano truffato diverse persone. Andrea è conosciuto perchè concorrente dell’edizione di Temptation Island che giorno 9 vedrà il suo debutto sul piccolo schermo.

La situazione fin ora emersa sembra abbastanza critica, i due sono sospettati di frode per circa 1 milione di euro. Al momento risulta sequestrata la palestra di cui Andrea è titolare. Padre e figlio, insieme ad altre sette persone, sarebbero addirittura accusati di far parte di un’associazione a delinquere. In pratica, secondo quanto riportato, i due vendevano automobili d’epoca e di lusso di alto valore per poi sparire nel nulla. In particolare gli inquirenti avrebbero verificato l’esistenza di 12 truffe per un danno complessivo di un milione di euro.

Chiusura della palestra

Nelle ultime ore la palestra di cui Andrea era titolare è stata sequestrata. Il ragazzo ha avvisato tramite i social i suoi clienti senza menzionare l’accaduto:

Avviso a tutti i clienti della Strong Gym Celentano che la palestra dalle ore 14 resterà chiusa per tempo indeterminato, per motivi di rinnovo e di accorgimenti di sicurezza. Ci scusiamo per il poco preavviso, sarete avvisati al più presto per la riapertura. Tutti gli abbonamenti saranno recuperati da tutti i nostri iscritti.

COMMENTA ARTICOLO (Disqus)

PUBBLICITA':

Loading...

Articoli Correlati

Lascia un Commento

3 Condivisioni
Condividi3
+1
Tweet
Condividi
Pin