• Lun. Lug 15th, 2024

Spotify Riconsidera la Decisione di Lasciare l’Uruguay: Un Nuovo Capitolo per i Diritti d’Autore

DiRachele Bernardi

Dic 18, 2023

Spotify, il gigante dello streaming musicale, ha recentemente cambiato la sua decisione di abbandonare il mercato uruguaiano. Questa decisione è stata presa dopo che il governo uruguaiano ha fornito garanzie che le modifiche alla legge sul diritto d’autore non comporteranno costi aggiuntivi per Spotify.

Nell’ottobre scorso, l’Uruguay ha approvato una nuova legge che, tra le altre cose, stabiliva che gli artisti dovrebbero ricevere una remunerazione “equa e equitabile” per il loro lavoro. Questo non si riferiva solo all’artista “in primo piano”, ma a tutti coloro che partecipano a una registrazione, dai compositori e interpreti ai musicisti di sessione e oltre.

Spotify, che afferma di pagare già circa il 70% di ogni dollaro generato dalla musica alle case discografiche e agli editori, ha cercato chiarezza su chi avrebbe dovuto assumersi la responsabilità di pagare gli artisti che potrebbero aver contribuito a un disco. Di conseguenza, Spotify ha confermato che avrebbe iniziato a eliminare gradualmente il suo servizio in Uruguay a partire dal 1 gennaio 2024, con la chiusura completa e definitiva prevista un mese dopo.

Tuttavia, la mossa di Spotify di attribuire la colpa della sua imminente uscita al governo ha sortito effetto, con oltre 40.000 persone che hanno successivamente firmato una petizione che chiedeva al governo uruguaiano di garantire la “permanenza di Spotify nel nostro paese”.

Il governo uruguaiano ha dimostrato di riconoscere il valore che Spotify offre agli artisti locali, ai cantautori e ai fan. “La chiarificazione delle recenti modifiche alla legge sul diritto d’autore significa che i detentori dei diritti – a cui Spotify paga già circa il 70% di ogni dollaro generato per la musica – dovrebbero essere responsabili di questi costi”, ha scritto Spotify in un post.

FAQ
1. Cosa ha spinto Spotify a considerare l’uscita dal mercato uruguaiano?
Spotify aveva inizialmente pianificato di lasciare l’Uruguay a causa di una nuova legge che richiedeva una remunerazione “equa e equitabile” per tutti gli artisti coinvolti in una registrazione. Spotify, che afferma di pagare già il 70% di ogni dollaro generato dalla musica alle case discografiche e agli editori, voleva chiarezza su chi avrebbe dovuto pagare gli artisti che potrebbero aver contribuito a un disco.

2. Come ha risposto il governo uruguaiano?
Il governo uruguaiano ha fornito garanzie a Spotify che le modifiche alla legge sul diritto d’autore non comporteranno costi aggiuntivi per l’azienda. Questo ha portato Spotify a riconsiderare la sua decisione di lasciare il mercato uruguaiano.

3. Cosa significa questa decisione per gli artisti e i fan di Spotify in Uruguay?
Questa decisione significa che Spotify continuerà a essere disponibile in Uruguay, permettendo agli artisti locali di raggiungere un pubblico globale e ai fan di continuare ad accedere alla vasta libreria musicale di Spotify.

Glossario
Streaming musicale: Un metodo di ascolto della musica che permette agli utenti di ascoltare canzoni e album in tempo reale attraverso Internet, senza la necessità di scaricare i file musicali.
Diritto d’autore: Un diritto legale che concede al creatore di un’opera originale diritti esclusivi per la sua utilizzazione e distribuzione.
Remunerazione equa e equitabile: Un concetto legale che si riferisce al pagamento adeguato per il lavoro o i servizi forniti.
Musicisti di sessione: Musicisti professionisti che sono assunti per eseguire in registrazioni o live, ma non sono membri permanenti di un gruppo musicale.