• Gio. Mag 23rd, 2024

Podcast nel Regno Unito: perché le donne sono messe in ombra?

DiRachele Bernardi

Set 29, 2023

Sono andata a un evento la scorsa settimana, “L’audio è il futuro?”, che mi ha riempito di entusiasmo per i podcast come uno spazio puro, organico e di guerriglia, che nessuno aveva ancora capito come controllare e quindi… omogeneizzare. Chris Sweeney ha descritto come il suo podcast, Homo Sapiens, originariamente co-condotto con Will Young, è nato nel 2018: era un appassionato fan di Woman’s Hour e pensava: “Non sarebbe fantastico avere un Woman’s Hour LGBT?” Hanno iniziato con non più attrezzature di un iPhone. Holly Cook, responsabile del prodotto presso The Economist, ha descritto i lettori che avevano una relazione molto più ricca con i contenuti quando diventavano ascoltatori, più intima e proprietaria.

Podcast e donne
Mi ha ricordato l’editoria, ai vecchi tempi, quando c’erano basse barriere all’ingresso, mille fiori potevano sbocciare e non tutti nel settore erano in una noiosa corsa ad ostacoli per il prossimo Hogwarts. Ma in realtà, sarebbe stata l’editoria nel XVII secolo. Un’analogia molto migliore per i podcast come sono ora, o come li ho percepiti all’evento, è l’editoria nel XXI secolo, quando le barriere all’ingresso erano ancora basse, ma il settore era dominato da uomini.

Domanda sulle donne nei podcast
Una lista dei migliori podcast del Regno Unito pone la domanda: qual è il problema con tutti questi uomini? Il formato è stato reso un fenomeno dalle donne, ma ora si fatica a sentirle, a meno che non stiano parlando dei loro mariti.